Ciao a tutti, cittine e cittini!

Questa domenica vi porterò con me alla scoperta di QuaViO (Qualità della Vita in Oncologia), un’associazione approdata nella nostra città a inizio anni novanta e formata da medici, infermieri, psicologi, operatori sociosanitari e volontari competenti, allo scopo di prendersi cura della persona sul finire della vita.

Come? Con professionalità, ma anche con umanità, per dare sempre e comunque qualità alla Vita stessa. Una delle cose che contraddistingue QuaViO è l’attenzione alle cure palliative, cioè tutte quelle cure che non affrettano né ritardano la fine della vita, ma danno sollievo dal dolore e altri sintomi che variano da paziente a paziente. Cure che non guariscono, ma che aiutano a stare decisamente meno male. Questa associazione ha a che fare non solo con i malati, ma anche con i loro famigliari, che allo stesso modo possono aver bisogno di sostegno psicologico e/o pratico di gestione del familiare malato.

Diventa quindi importantissimo sapere come comportarsi quando si ha a che fare con persone che  stanno soffrendo! Spesso e volentieri infatti il nostro corpo parla per noi: gesti, espressioni facciali e tono della voce possono dire molto di più di quanto a volte riescano a fare le parole. È dunque necessario che il messaggio che arriva al malato sia effettivamente quello giusto! Quante volte, anche tra di noi, succede che la bocca dice una cosa e gli occhi ne dicono un’altra?

Proprio allo scopo di acquisire sempre più una maggiore consapevolezza di sé (cosa importante anche nella vita di tutti i giorni), QuaViO ha quindi  creato un corso di aggiornamento per volontari, intitolato “Autoritratto”, presentato dalla presidente Vanna Galli e tenuto ieri e oggi dallo psicologo e psicoterapeuta corporeo Dott. Giommi.

Sapersi vedere e sapersi ascoltare per riuscire a stare accanto alla persona bisognosa di aiuto nel modo più adatto possibile alla sua personale situazione, è ciò che serve per accompagnare le persone nel viaggio più difficile che dovranno compiere, parola di Otaria!

Otaria la volontaria è il personaggio di florentiaweb.it   Nata dalla splendida matita di Elisa Bigio, la nostra protagonista,  presentata in conferenza stampa lo scorso 12 novembre, racconta le magnifiche storie di Elisa Mariotti e aiuta i più piccoli “ad entrare” nell’affascinante mondo del volontariato.

Le storie di Otaria le trovate, ogni domenica, su florentiaweb.it…raccontatele ai cittini!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle attività delle Associazioni del Territorio Senese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi