“Otaria la volontaria alla scoperta di Si-Sienasociale” il libro, con protagonista il personaggio di fantasia nato dalla matita di Elisa Bigio e dalla penna creativa della scrittrice Elisa Mariotti, sarà presentato giovedì 13 aprile alle ore 19.30 presso la sede sociale della Pubblica Assistenza Val d’Arbia. “Otaria la volontaria” racconta il volontariato sulle pagine di florentiaweb.it

La co-progettazione che tanto vale, che a Siena ha visto lavorare in sinergia Comune ed Enti del Terzo Settore, è una storia virtuosa da raccontare e condividere ben oltre la Città grazie a Otaria la Volontaria, il personaggio della redazione di florentiaweb.it ideato per raccontare il mondo dell’impegno sociale ai più piccoli, che saranno i futuri cittadini del domani, alle famiglie e, perché no, a chiunque abbia voglia di lasciarsi stupire da una storia di altruismo e solidarietà.

Ad ospitare il primo appuntamento in provincia sarà la Pubblica Assistenza Val d’Arbia di Monteroni d’Arbia con un incontro dedicato alla presentazione del libro al quale prenderanno parte Elisa Mariotti, scrittrice senese, Giuseppe Saponaro, direttore di florentiaweb.it, Emilia Di Gregorio, curatrice editoriale del libro, Sonia Vannoni e Stefania Ingino, componenti del social-team di florentiaweb.it.

Otaria – spiega Giuseppe Saponaro, direttore  responsabile di florentiaweb.it – è patrimonio comune del terzo settore. Il suo fine ultimo è trasmettere ai più piccoli i valori dell’ altruismo e solidarietà che sono propri di chi opera a sostegno di chi è più fragile. In questo senso, Otaria non ha confini: viaggia, dovunque, attraverso la mente di chi la legge nella logica di essere frutto, essa stessa, di una co-progettazione: tra chi la disegna (Elisa Bigio), chi le dà voce (Elisa Mariotti) e chi le fornisce i contenuti a cui ispirarsi (i volontari di florentiaweb.it). Sullo sfondo un lavoro corale nato da un sogno che, anche attraverso Otaria, si concretizza ogni giorno di più: il diario del terzo settore senese.

Otaria è per me – spiega la scrittrice senese Elisa Mariottiun modo semplice, buffo e divertente, che non significa ‘superficiale’, di parlare ai bambini (ma non solo!) di un mondo bello e articolato che però, troppo spesso diamo per scontato, quello del volontariato.

“Partendo dal presupposto che – commenta Stefania Ingino, componente del social team di florentiaweb.it – l’amore non ha confini ed abbatte tutte le barriere, Otaria la Volontaria riesce ad andare ben oltre la Città, non sentendo il peso delle distanze, armandosi di buona volontà e perseguendo il suo obiettivo: la comunicazione, la divulgazione delle opere di bene e delle buone iniziative.”

Qualcuno diceva –  ci dice Cristina Rigacci, psicoterapeuta e componente del social team di florentiaweb.it – che le storie dei vincitori sono tutte prevedibili e fatte di superlativi e narcisismi, di cori adulatori, ma è nello scendere dal podio, spostarsi dalla scena e nel vivere quotidiano di un’esistenza normale che si misura il senso più autentico del nostro cammino comune. Perché ogni premio, ogni individuale riconoscimento, non ha senso, se non è frutto di una condivisione, se non è incontro, fronte comune, gioco di squadra. Otaria la Volontaria è tutto questo: è nata da un incontro di energie positive tra persone che lavorano in sinergia per gli altri; parla di co-progettazione e di quello che fanno le persone per altre persone; si pone in maniera chiara simpatica , genuina, spontanea e immediata. Se la leggi non te ne puoi scordare.

Raccontare – riferisce Sonia Vannoni, volontaria ANPAS e componente del social team di florentiaweb.it – temi seri, importanti e profondi non è mai facile, ancora meno quando il pubblico a cui vorresti rivolgere questi argomenti sono i bambini. Loro sono il futuro, a loro dobbiamo buoni esempi e concetti semplici ma fatti di rispetto e amore. Chi meglio di un animaletto simpatico può farlo? Ecco Otaria la volontaria è la voce per volontà di chi crede nel futuro fatto di sociale, di rispetto, di aiuto e di amore. Senza confini. Nato per chi è attento a temi che ci riguardano ogni giorno ma senza la pesantezza di certi argomenti. Perché i temi del terzo settore entrino a far parte del quotidiano in ogni territorio.

Otaria la Volontaria – racconta Emilia Di Gregorio, curatrice editoriale dell’opera – è stata sin da subito un’idea di quelle che promettono di riempirti gli occhi e il cuore  di meraviglia. Per florentiaweb.it segna, ogni domenica, l’appuntamento più atteso e creativo dedicato ai bambini e a chiunque abbia voglia di lasciarsi stupire dal bene che genera bene. Presentarlo alla Pubblica Assistenza Val d’Arbia per me vuol dire condividere in famiglia, o meglio a ‘casa’, ciò che di bello questa esperienza mi ha dato, perché è l’associazione in cui sono nata come volontaria e dove da volontaria continuo a formarmi e a crescere ogni giorno.

Il volume, edito da Joyprint, si impreziosisce della prefazione del sindaco di Siena, Luigi De Mossi, e di Francesca Apolloni, assessore sanità e sociale del Comune di Siena, oltre che dei contributi di Emanuele Gambini, coordinatore generale SI-Sienasociale, e dei referenti dei tavoli della co-progettazione, Grazia Ragazzoni (Pubblica Assistenza di Siena), Fabio Lusini (Direttore Tecnico dell’Associazione Siena Soccorso) e Martina Giunti (referente di Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti sezione di Siena), nonché dell’intervento di Giuseppe Saponaro, direttore responsabile di florentiaweb.it, di Emilia Di Gregorio, curatrice editoriale dell’opera, e dei componenti del social-team di florentiaweb.it 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle attività delle Associazioni del Territorio Senese

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi